Nuovo bando per l’Agrifood: ammodernamento dei macchinari agricoli

  • Di Centro Studi
    • 13 Feb 2024
    • read
  • Twitter
  • Linkedin
bando MASAF

Nuovo bando per l’Agrifood

Nel mese di Agosto 2023 il MASAF (Ministero dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste), ha definito le modalità a cui le regioni devono attenersi per dare piena attuazione al nuovo bando per l’Agrifood; in particolare si fa riferimento alla misura del PNNR M1C1, Investimenti 2.3: innovazione e meccanizzazione nel settore agricolo e alimentare. In questi mesi, infatti, molte regioni si sono attivate per dare il via alla misura pubblicando i relativi bandi.

In ogni caso, la dotazione generale stanziata è pari a 400.000.000€ così distribuita:

  • Abruzzo: 14.686.192,53€
  • Basilicata: 13.277.381,52€
  • Bolzano: 7.779.545,52€
  • Calabria: 22.141.052,34€
  • Campania: 21.262.268,45€
  • Emilia-Romagna: 29.140.843,78€
  • Friuli-Venezia Giulia: 8.074.496,71€
  • Lazio: 23.470.293,13€
  • Liguria: 3.552.584,39€
  • Lombardia: 25.963.839,53€
  • Marche: 12.348.866,53€
  • Molise: 5.559.161,82€
  • Piemonte: 26.526.600,23€
  • Puglia: 47.618.688,91€
  • Sardegna: 30.346.119,46€
  • Sicilia: 44.295.040,94€
  • Toscana: 22.358.979,57€
  • Trentino: 5.081.476,29€
  • Umbria: 10.064.056,25€
  • Valle D’Aosta: 1.672.976,19€
  • Veneto: 24.779.436,26€

Beneficiari e investimenti ammissibili

I progetti d’investimenti devono riguardare l’ammodernamento del parco macchine agricole e devono essere previsti anche investimenti importanti nei sistemi di agricoltura di precisione legati all’efficientamento della produzione agricola. Possono presentare istanza le MPMI agro-meccaniche, agricole, le cooperative ed associazioni. Pertanto, i codici ATECO 2007 ammessi sono i seguenti:

  • 01.61.00 (A): attività di supporto alla produzione vegetale;
  • A.01 a A.05: imprese agricole e loro cooperative o associazioni.

Gli investimenti devono fare riferimento alle seguenti spese:

Acquisto di macchine ed attrezzature per l’agricoltura di precisione

Macchine motrici ed operatrici, sistemi di sensori in campo, stazioni meteo e APR, strumenti e dispositivi per il carico e lo scarico, sistema di guida automatica o semi-automatica, sistema di telemanutenzione e/o telediagnosi e/o controllo in remoto, ecc.

Sostituzione dei veicoli fuoristrada per l’agricoltura e la zootecnia

Veicoli dotati di motore elettrico o a biometano purché destinati ad attività agricole o zootecniche (l’acquisto di tali veicoli è autorizzato solo in caso di sostituzione di veicoli più inquinanti, pertanto, dovrà essere identificato in modo chiaro e preciso il veicolo sostituito).

Sistemi innovativi per l’irrigazione e la gestione delle acque

Sistemi di gestione intelligente dell’irrigazione attraverso remote sesing e/o proximal sesing per la misura delle variabili meteorologiche, ecc.

La spesa massima ammissibile riferita agli investimenti relativi dei beni indicati nei primi due punti è pari a 35.000€, mentre, per l’acquisto di sistemi innovativi per l’irrigazione e la gestione dele acque è consentita una spesa massima di 70.000€. Questi limiti di spesa non sono strettamente vincolanti, in quanto è ammessa la possibilità di poter presentare istanze di accesso per importi maggiori e, in ogni caso, il contributo concesso sarà calcolato sulla spesa massima ammissibile (35.000€ o 75.000€ a seconda della tipologia d’investimento).

Tipologia di contributo del nuovo bando per l’Agrifood

Il contributo, concesso nella forma del contributo in conto capitale, è determinato da ogni singola ragione e non potrà comunque superare:

  • Il 65% dell’importo delle spese ammissibili;
  • L’80% delle spese ammissibili delle spese ammissibili nel caso di giovani agricoltori.

Sportelli

Fino ad ora, le misure sono attive nelle seguenti Regione e la chiusura dei vari sportelli è prevista verso la fine del mese di marzo 2024:

  • Campania: 15 marzo 2024;
  • Piemonte: 21 marzo 2024;
  • Emilia-Romagna: 15 marzo 2024;
  • Veneto: 31 marzo 2024;
  • Lombardia: 29 marzo 2024;
  • Toscana: 28 marzo 2024;
  • Puglia: 31 marzo 2024;
  • Lazio: 31 marzo 2024;
  • Valle D’Aosta: 24 marzo 2024;
  • Friuli Venezia Giulia: 18 marzo 2024.

Author

Centro Studi

I nostri articoli

Vedi altro arrow_forward
Certificazione delle attività in RSI

Certificazione delle attività in RSI: al via la piattaforma pe...

Dopo lunghe attesa sembra che l’obbligo di certificazione delle attività in Ricerca, Sviluppo, In...

Sostenibilità nel settore aerospaziale

Sostenibilità ambientale nel settore aerospaziale: verso un fu...

L'industria aerospaziale ha sempre giocato un ruolo significativo nello sviluppo tecnologico e ne...

Settore manifatturiero

Manifatturiero: affrontare il cambiamento attraverso gli incen...

L'innovazione tecnologica è emersa come un fulcro essenziale per la ripresa del settore manifattu...

Agroalimentare

Agroalimentare: affrontare il cambiamento attraverso gli incen...

L'innovazione tecnologica è il fulcro essenziale per il progresso del settore agroalimentare e gl...