Brevetti+, Marchi+, Disegni+: emanati i Bandi 2023 sulla Proprietà Industriale

  • Di Centro Studi
    • 01 Set 2023
    • read
  • Twitter
  • Linkedin
bandi

Diventano operative anche per l’anno 2023 le misure agevolative tradizionalmente chiamate Brevetti+, Disegni+ e Marchi+ inerenti la concessione di agevolazioni dedicate alla valorizzazione dei titoli di proprietà industriale.

I bandi Brevetti+, Marchi+ e Disegni+ sono misure promosse dal Ministero delle Imprese e del Made In Italy con l’obiettivo di valorizzare la capacità innovativa delle PMI e al fine di promuovere e tutelare la proprietà industriale nell’ambito della digitalizzazione, innovazione e competitività del sistema produttivo.

Le nuove versioni dei bandi contengono poche novità legate all’introduzione delle nuove disposizioni legislative e si pongono in continuità con quelli dell’anno 2022,  fissando anche la data di apertura degli sportelli.

In favore delle tre misure, con il decreto direttoriale di programmazione delle risorse del 16 giugno 2023 sono stati messi a disposizione per l’anno 2023 nel complesso 32 milioni di euro, di cui 20 milioni per Brevetti+, 10 milioni di euro per Disegni+ e 2 milioni di euro per Marchi+.

Chi puo’ accedervi?

Possono presentare domanda di accesso alle agevolazioni le Micro, Piccole e Medie imprese, anche di nuova costituzione, che abbiano la sede legale ed operativa in Italia e che si trovino nelle seguenti condizioni: siano  iscritte nel Registro delle imprese e siano nel pieno e libero esercizio dei propri diritti civili oltre a non essere in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali.

Una volta soddisfatti questi requisiti generici, chiaramente, l’impresa richiedente dovrà essere titolare di un brevetto, disegno o marchio, oggetto di un progetto di valorizzazione, per il quale si potrà fare la richiesta di contributo.

A quanto ammonta l’agevolazione?

Nel caso dei Brevetti è prevista la concessione di un’agevolazione a fondo perduto, nel rispetto della regola del de minimis, del valore massimo di 140.000 €. Tale agevolazione non può essere superiore all’80% dei costi ammissibili.
Il suddetto limite è elevato al 100% per le imprese beneficiarie che al momento della presentazione della domanda risultavano co-titolari – con un Ente Pubblico di ricerca (Università, Enti di Ricerca e IRCCS) – della domanda di brevetto o di brevetto rilasciato, ovvero titolari di una licenza esclusiva avente per oggetto un brevetto rilasciato ad uno dei suddetti enti pubblici, già trascritta all’UIBM, senza vincoli di estensione territoriali.

Nel caso dei Disegni, le agevolazioni sono concesse fino all’80% delle spese ammissibili entro l’importo massimo di 60.000 € e nel rispetto di alcuni importi massimi previsti per alcune tipologie di servizi realizzati: realizzazione di prototipi, realizzazione di stampi, consulenze tecniche, consulenze speciali e consulenze legali.

Infine, il caso del bando Marchi è più particolareggiato in quanto suddiviso in due sottomisure, a seconda che il marchio sia di matrice europea o internazionale.

Nel primo caso le agevolazioni, nella forma del contributo a fondo perduto, sono concesse nella misura dell’80% delle spese ammissibili sostenute per le tasse di deposito e per l’acquisizione dei servizi specialistici esterni nel rispetto degli importi massimi previsti per ciascuna tipologia e comunque entro l’importo massimo complessivo per marchio di 6.000 €.

Nel secondo caso, le agevolazioni, nella forma del contributo a fondo perduto, sono concesse nella misura del 90% delle spese ammissibili sostenute per le tasse di registrazione e per l’acquisizione dei servizi specialistici esterni nel rispetto degli importi massimi previsti per ciascuna tipologia e comunque entro l’importo massimo complessivo per marchio di 9.000 €.

Quando si potrà fare richiesta?

Le domande di contributo potranno essere presentate a partire:

  • dal 24 ottobre 2023 per Brevetti+;
  • dal 7 novembre 2023 per Disegni+;
  • dal 21 novembre 2023 per Marchi+

Author

Centro Studi

I nostri articoli

Vedi altro arrow_forward
Fondo Rotativo Turismo
Nuova apertura del Fondo Rotativo Turismo per sostenere le imp...

In data 7 maggio 2024 il Ministero del Turismo ha pubblicato un nuovo avviso (prot. n. 13142/24) ...

CER
Comunità Energetiche Rinnovabili: una strada concreta verso gl...

Grazie alla progressiva nascita in Italia delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER), finalment...

Piano Transizione 5.0
Transizione 5.0: una nuova era per l’Italia tra Innovazione e ...

In attesa dei passaggi normativi che definiranno i meccanismi attuativi del provvedimento, analiz...

Contratti di sviluppo
Contratto di sviluppo semiconduttori: stabiliti i termini e le...

Il Ministero delle imprese e del Made in Italy ha pubblicato il decreto direttoriale che definisc...