CARO ENERGIA: misure per contrastare gli aumenti in bolletta

  • Di Riccardo Rastelli
    • 18-11-2022
    • read
  • Twitter
  • Linkedin
caro energia

Il Consiglio dei Ministri ha emanato ad inizio settimana un decreto che proroga fino a settembre le misure contenitive legate ai prezzi di luce e gas. Lo stesso provvedimento fornisce nuove garanzie per le imprese che effettuano stoccaggi gas.

Il decreto prevede la dotazione di 2 miliardi di euro per portare a zero gli oneri di sistema, ovvero i costi sostenuti per mantenere l’infrastruttura della rete elettrica.

Per quanto riguarda il gas invece, sono previsti: 

480 milioni per diminuire il tasso dell’Iva, 470 milioni per azzerare gli oneri di sistema ed un’ultima porzione di sostegni, che ammonta a 240 milioni, per gli scaglioni dei clienti, tipicamente famiglie e piccolo terziario che consumano fino a 5.000 metri cubi all’anno.

In linea con le raccomandazioni della Commissione Europea, la tassazione sugli extraprofitti delle società energetiche che importano e commercializzano gas è stata prorogata sino al 31 marzo 2023. Viene altresì estesa alle imprese dello stoccaggio, principalmente Stogit, Edison stoccaggio e Ital Gas Storage fino al 31 dicembre 2022 la garanzia finanziaria di Sace. 

Tale società, appartenente al gruppo Cassa Depositi e Prestiti, ha per propria mission l’accompagnamento alle imprese italiane con specifici servizi assicurativi e finanziari. Questa misura era già prevista dal decreto Aiuti per le aziende danneggiate dalla guerra in Ucraina e dalle sanzioni contro la Russia. Viene quindi confermata l’utilità di tale provvedimento ed estesa fino alla fine dell’anno.

caro energia

Sul mercato italiano le imprese che importano gas sono all’incirca 20. Oggigiorno tali operatori del mercato faticano a riempire gli stoccaggi e a causa dei prezzi di mercato elevati è arduo trovare la liquidità necessaria per comprare i volumi necessari. Da tale constatazione viene quindi l’intervento di Sace a garanzia dei crediti. Secondo Snam, leader di mercato delle stoccaggio gas in Italia grazie alla sua filiale Stogit, ogni giorno si riescono a stoccare 28 milioni di metri cubi di gas circa. La domanda è però ben superiore, poco sotto i 50 milioni di metri cubi di gas.

Questa disposizione governativa non riguarda invece le accise sui carburanti, alle quali fino al prossimo 8 luglio viene applicato uno sconto di circa 30 centesimi al litro.

Gli stoccaggi del gas sono quindi ora al centro di un incontro al ministero della Transizione ecologica tra il ministro Roberto Cingolani e i rappresentanti di alcune delle società importatrici di gas. Gli stoccaggi sono al momento pieni al 55% ma l’obiettivo è di raggiungere quota del 90% entro la fine dell’anno corrente.

Questa condizione è necessaria per prevedere un inverno coperto dalle forniture necessarie per famiglie ed imprese. Questo obiettivo risulta in ogni modo raggiungibile anche considerando il già anticipato taglio delle forniture di gas provenienti dalla Russia.

Riccardo Rastelli
Energy Business Developer – Leyton Italia

Author

Riccardo Rastelli

Energy Business Developer

I nostri articoli

Vedi altro arrow_forward
Tecnologia 5G

5G: il futuro della tecnologia

Il 5G rappresenterà, nel prossimo futuro, la nuova generazione dell’innovazione tecnologica, in g...

Decreto Aiuti Quater

DECRETO AIUTI QUATER: cosa aspettarsi?

Il nuovo Governo ha approvato il Decreto-Legge Aiuti Quater che si pone in una linea di continuit...

Digital Health

Digital Health: la tecnologia delle startup guida il settore

La tecnologia al servizio della salute digitale  Il termine Digital Health si riferisce al s...

Come diventare un business sostenibile

Come diventare un business sostenibile, innovativo e di successo

Nella prima parte di questo articolo, abbiamo discusso di come le aziende sostenibili siano azien...